Bernardeschi non si presenta in ritiro per gastroenterite: ma l’accordo con la Juve è ormai vicinissimo

Bernardeschi non andrà in ritiro a Moena dopo aver presentato un certificato medico, intanto prosegue la trattativa per la cessione.

Federico Bernardeschi non si aggregherà al resto della squadra a Moena, ufficialmente, per gastroenterite acuta. Oggi avrebbe dovuto svolgere le visite mediche di rito ed era atteso da Pioli e dal resto della rosa per proseguire insieme il ritiro. Poi l’indiscrezione riportata da Sky Sport secondo la quale, l’esterno viola avrebbe presentato un certificato medico che attesterebbe il malessere accusato dal numero 10 viola, che adesso potrà beneficiare di 4 giorni di riposo.

Intanto l’agente Beppe Bozzo è andato a Milano per ascoltare Marotta e Paratici. La distanza fra la proposta bianconera e la domanda del club viola è davvero minima: solo 3 milioni di euro. Al momento la Vecchia Signora è disposta a mettere 42 milioni di euro cash a fronte dei 45 pretesi da Pantaleo Corvino.

Una distanza davvero minima che lascia presupporre che a breve si troverà l’accordo per la cessione. Bernardeschi, qualora vestisse la maglia bianconera, guadagnerebbe ben 4 milioni netti a stagione fino al 2022. Ormai sembra deciso che nella trattativa non verranno inserite contropartite tecniche. Corvino ha già fatto sapere di gradire solo cash che verranno spesi sul mercato su obiettivi già ben delineati.

Be the first to comment on "Bernardeschi non si presenta in ritiro per gastroenterite: ma l’accordo con la Juve è ormai vicinissimo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*