L’ennesima prodezza di Buffon: il Golden Foot è suo

Buffon

Nella sua straordinaria e lunghissima carriera durata fin qui più di vent’anni, Gianluigi Buffon ha parato di tutto. E, adesso, l’immenso portierone della Juventus e della Nazionale, è riuscito a compiere l’ennesimo miracolo, bloccando persino il Golden Foot.

Il Golden Foot è un premio individuale istituito nel 2003, che di anno in anno ha acquisito sempre più prestigio. Assegnato ai giocatori che abbiano superato i 28 anni di età, e che si siano distinti per meriti sportivi, molti sono stati, in questi anni, i vincitori di spicco a livello internazionale: da Baggio a Giggs, da Ibrahimovic a Del Piero, da Ronaldo a Ronaldinho. Nessun estremo difensore, tuttavia, era finora riuscito a conquistarlo: anche in questo sta la grandezza di Buffon, che aggiunge quindi un altro record, oltre a un premio incredibile, in una bacheca fin qui piena di riconoscimenti e di attestati di stima.

Gianluigi Buffon d’altronde è considerato da molti esperti e addetti ai lavori come uno dei più forti portieri della storia del calcio, se non addirittura il migliore in assoluto. Reduce da un’annata straordinaria, che lo ha proiettato come uno dei protagonisti indiscussi del trionfo della Juventus nel campionato italiano, il bianconero era in lizza assieme ad alcuni giganti del calcio mondiale, tra cui Cristiano Ronaldo. Le prestazioni dell’estremo difensore azzurro, tuttavia, sono state tanto convincenti da spingere gli organizzatori del Golden Foot che fosse lui la scelta giusta, eliminando ogni possibile dubbio.

Lo stesso Buffon si è detto soddisfatto del premio ricevuto, senza tuttavia porsi limiti: “A Montecarlo ho spesso vinto dei premi importanti, e spero di vincerne altri ancora”. Parole che sicuramente conforteranno e faranno felici sia i tifosi della Juventus che quelli della Nazionale Italiana.

Buffon è il primo portiere della storia del calcio a vincere il Golden Foot, e il quarto giocatore italiano a ricevere tale riconoscimento, nonché il più anziano in assoluto: evidenziando, dunque, la straordinaria longevità dei calciatori azzurri, capaci spesso di mantenere intatte le proprie qualità anche a età non più verdissime. Prima di lui, vinsero Roberto Baggio (2003), Alessandro Del Piero (2007) e Francesco Totti (2010). Si tratta, inoltre, del terzo giocatore della Juventus a ricevere il premio, dopo il già citato Del Piero e Pavel Nedved (2004). E chissà che, negli anni di carriera che gli rimangono, il portierone non cerchi addirittura di far suo un altro ambito titolo individuale, quel Pallone d’Oro sfiorato nel 2006…

Leave a comment

Your email address will not be published.


*