Caso Anna Frank, Lotito non ci sta e passa al contrattacco: ‘Adesso parlo io…’

Ecco la dura presa di posizione del presidente della Lazio, Claudio Lotito, dopo le accuse sul caso Anna Frank.

Claudio Lotito non ci sta e rispedisce al mittente le accuse che adesso rischiano di costargli una lunga squalifica. Il presidente biancoceleste ha deciso di passare al contrattacco dopo il caso Anna Frank e ha dato mandato a “procedere in tutte le sedi, penali e civili, per l’accertamento dei reati ed il risarcimento dei gravi danni patrimoniali e non patrimoniali, derivanti dalla lesione della credibilità e del prestigio della società e del suo presidente nei confronti dei soggetti, delle persone e delle testate giornalistiche, televisive e radiofoniche che hanno attribuito comportamenti, fatti, frasi ed interpretazioni in difformità da quelle realmente pronunciate e verificatesi”.
E’ dura la sua presa di posizione dopo le polemiche sugli adesivi antisemiti che sono apparsi in Curva Sud domenica scorsa. Lotito è andato su tutte le furie anche per la diffusione dell’audio di una conversazione telefonica in cui preannunciava la visita alla Sinagoga di lunedi’. I telegiornali hanno mandato in onda il momento in cui dice ‘famo sta sceneggiata‘. Lotito e la Lazio hanno contestato in particolare determinate ricostruzioni giornalistiche seguite alla visita in Sinagoga che avrebbe leso ‘la credibilita’ e il prestigio’ del numero uno biancoceleste. Lo stesso numero uno del club capitolino ha voluto sottolineare che in quella telefonata stava dialogando con Vittorio Pavoncello, esponente della comunità ebraica romana.

Be the first to comment on "Caso Anna Frank, Lotito non ci sta e passa al contrattacco: ‘Adesso parlo io…’"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*