Ghoulam, la diagnosi è quella che si temeva: brutta tegola per Sarri

Bruttissime notizie per il Napoli, dopo la diagnosi del professore Mariani per Ghoulam che dovrà stare fermo a lungo.

Gli esami strumentali hanno confermato l’infortunio all’esterno sinistro Ghoulam che ieri è uscito dal terreno di gioco claudicante. Gli accertamenti svolti dal professor Mariani assistito da Alfonso De Nicola, il medico del club azzurro, hanno evidenziato la rottura del legamento crociato del ginocchio destro. Domani mattina il giocatore verrà operato chirurgicamente e per rivederlo in campo ci vorranno almeno 5/6 mesi. Una bruttissima tegola per Maurizio Sarri che non ha molte alternative tra gli esterni e che perde una delle sue pedine inamovibili.

Già al termine dell’incontro col City le dichiarazioni del dottor De Nicola avevano lasciato intendere che il problema avrebbe potuto essere serio. Una prima diagnosi, fatta a caldo e senza supporto strumentale, lasciava già presagire la rottura del crociato. Una stagione disgraziata per l’infermeria del Napoli che dopo Milik, dovrà far fronte ad un altro ko pesante per Sarri, costretto ora a rinunciare ad uno dei migliori esterni in Europa.

Nelle prime undici giornate di campionato, Ghoulam è sempre stato titolare fisso in campo per tutti i 90 minuti eccetto la sfida contro il Cagliari. Adesso sarà importante trovare delle valide alternative per evitare che la squadra possa avere un depauperamento sul piano tecnico.

Be the first to comment on "Ghoulam, la diagnosi è quella che si temeva: brutta tegola per Sarri"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*