Icardi incanta l’Europa, adesso i 110 milioni di clausola potrebbero non bastare per proteggerlo

Icardi

Il contratto di Icardi è coperto da una clausola importante che non spaventa però i top club europei, pronti a sferrare l’assalto.

E’ lui, Maurito Icardi, l’uomo copertina della 13^ giornata di campionato ma non solo. I suoi gol con la maglia dell’Inter stanno spingendo sempre più su in classifica i nerazzuri ma stanno anche facendo il giro del mondo. Il bomber argentino ha siglato 13 gol in 13 giornate di campionato tutti realizzati in area, 4 su rigore, 3 di testa, 10 al Meazza, 4 doppietta e una tripletta. Numeri da fare invidia a Lewandowski, Kane, Falcao, Cavani, Messi, Dybala e Mertens. Con la maglia nerazzurra ha già messo a segno 84 gol fatti dimostrandosi un infallibile cecchino d’area.

La sua popolarità nel mondo è aumentata a dismisura dopo le ultime stagioni giocate a altissimo livello. Anche in Cina è già diventato un vero e proprio simbolo del nostro calcio. L’Inter, grazie alla proprietà di Suning, reciterà un ruolo di primo piano in questo mercato. Non è un caso che l’Inter stia studiando il lancio di clip e video con protagonista principale proprio Icardi.

Molti lo hanno accostato a Neymar, se non altro per il suo attuale valore di mercato che nulla avrebbe da invidiare all’asso brasiliano. Il suo contratto è coperto da una clausola rescissoria da 110 milioni di euro, che però non dovrebbe rivelarsi sufficiente a tenere lontani i top club europei. Secondo le ultime valutazioni date ai top player, i 110 milioni di euro Icardi li vale davvero tutti. ‘Non mi interessa quanto valgo, voglio diventare una bandiera qui’ sono le parole che ormai da tempo Icardi continua a ripetere come un mantra. Ma l’assalto al bomber nerazzurro sembra ormai lanciato da parte di Bayern, Psg e Real Madrid. Adesso tutto dipenderà da lui.

Be the first to comment on "Icardi incanta l’Europa, adesso i 110 milioni di clausola potrebbero non bastare per proteggerlo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*