Inghilterra bella e impossibile: la Russia la beffa

Per la nona volta su 9 partecipazioni l’Inghilterra non è riuscita a vincere la partita del debutto all’Europeo. Il sortilegio non si è spezzato neppure al termine di una delle prove più convincenti che la Nazionale dei Tre Leoni abbia saputo offrire nei tempi recenti limitatamente alle gare delle fasi finali di Europeo o Mondiale.

A Marsiglia infatti, nella seconda partita del gruppo B, un colpo di testa di Vasili Berezutski al 92’ ha infatti gelato gli entusiasmi di Hodgson e dei tantissimi tifosi inglesi presenti al Velodrome, e protagonisti in positivo dopo esserlo stati per tutt’altri motivi nel corso degli incidenti del pre-partita con la polizia e i sostenitori russi. Per Rooney e compagni un colpo duro, non tanto in ottica qualificazione, ma per l’autostima di una nazionale che ha confermato pregi e difetti ben noti e figli della bassissima età media.

Se c’è da giocare a calcio, quest’Inghilterra non si fa pregare, e questa è già una notizia visti i disastri degli ultimi anni. Per 60’ infatti si è visto un bello spettacolo, con azioni all’insegna di tecnica e velocità, spinta costante degli esterni bassi e più di una stella, dall’imprendibile Dele Alli a Raheem Sterling, quest’ultimo però ancora una volta protagonista tra luci e ombre, con tanti spunti quasi mai però scaturiti in assist o azioni pericolose.

Perché a conti fatti oltre alla punizione di Dier al 73’ e al palo di Rooney che l’ha preceduta di qualche minuto, le occasioni vere sono arrivate con il contagocce, e tutte sventate da un insolitamente attento Akinfeev. Quando poi sono venute meno energia e concentrazione, ecco la fatale distrazione dell’ultimo secondo, che stoppa la serie di 13 vittorie di fila tra amichevoli e qualificazioni, confermando l’equilibrio che sembra regnare sovrano in quest’Europeo e svelato anche dalle altre partite della giornata.

La Svizzera ha piegato di misura l’Albania grazie a un gol di Schar, ma la squadra di De Biasi, in 10’ per 60’ per l’espulsione di capitan Cana, esce a testa alta potendo recriminare su un paio di clamorosi errori sottoporta dei propri attaccanti., mentre il duello Bale-Hamsik ha dominato Galles-Slovacchia: i due si sono visti poco nel 2-1 per i Dragoni, ma l’attaccante del Real ha sbloccato su punizione, mentre il capitano del Napoli ha provato invano a predicare nel deserto.

Risultati:
Gruppo A: Albania-Svizzera 0-1 (5’ Schär)

Gruppo B: Galles-Slovacchia 2-1 (5’ Bale; 61’ Duda (S); 85’ Robson-Kanu); Inghilterra-Russia 1-1 (73’ Dier (I); 92’ Beretzuski)

Leave a comment

Your email address will not be published.


*