Italia Germania, le pagelle degli Azzurri

Italia De Rossi

Nella sua ultima gara in questo 2016, l’ Italia ha dato vita ad una prestazione tutto sommato convincente, andando anche vicinissima alla vittoria nell’amichevole di lusso disputata contro la Germania. Andiamo dunque a vedere come si sono comportati gli Azzurri, nel dettaglio.

Buffon 6,5: Di pericoli dalle sue parti ne arrivano pochissimi, ma quando arrivano si fa sempre trovare pronto. Molto lucido su Goretzka, il solito muro dell’ Italia. (dal 45° Donnarumma 6: Si limita a prendersi gli applausi in quello che è il suo palcoscenico.)

Rugani 6,5: Disinnesca il rischio di farsi schiacciare dalla pressione, e finisce di giocare una gara di lodevole personalità. Fra i migliori.

Bonucci 6,5: Guida la difesa con la consueta sicurezza che ha caratterizzato le sue ultime annate, non lesinando anche di alcune giocate sontuose.

Romagnoli 6: Non sempre brillantissimo, ma chiude comunque la sua gara con efficacia, senza soffrire troppi patemi. (Dal 45° Astori 6: Rinsalda ulteriormente la difesa dell’ Italia, che nel secondo tempo non rischia praticamente più niente.)

Zappacosta 6: Conferma l’ottimo momento vissuto fin qui al Torino, dando vita ad una prestazione tutto sommato positiva. Peccato che, come ad altri compagni, gli sia mancata un pizzico di precisione in fase offensiva.

Parolo 6,5: Lavora al buio, come spesso è abituato, mostrandosi estremamente lucido in fase di non possesso. Una roccia.

De Rossi 6,5: Gioca come sempre con il carisma di un guerriero, prendendosi anche la fascia di capitano dopo l’uscita di Buffon. Encomiabile il suo pressing anche a fine gara, quando le energie dovrebbero essere ormai finite da un pezzo.

Darmian 5,5: Qualcuno ci restituisca il vero Darmian. L’ex esterno del Torino conferma il momento non propriamente brillante, risultando evanescente per quanto comunque utile in diverse fasi di partita.

Eder 5,5: Generoso, ma dispersivo. Ha dei buoni spunti, ma Ventura lo vuole molto largo a destra e decisamente non sembra essere il suo ruolo. (Dal 68° Bernardeschi 6: Prova qualche sussulto, ma il tempo non è molto e i compagni sono ormai stanchi per seguirlo adeguatamente. Anche lui, inoltre, risulta spesso impreciso.)

Belotti 6,5: Cerca di catalizzare tutte le azioni offensive dell’ Italia, mostrando una grandissima personalità nonostante sia ancora così giovane. Il palo colpito a 10 minuti dalla fine grida ancora vendetta. (Dall’88° Zaza: s.v.)

Immobile 6,5: Se negli ultimi 15 metri avesse un po’ più di precisione e di cinismo sarebbe un attaccante assolutamente letale. Peccato, perché alla fine è uno dei più positivi. (Dall’88° Sansone: s.v.)

Ventura 6,5: Schiera un’ Italia praticamente inedita, che cresce nel corso della partita tanto da finire per detenere il dominio del gioco nella seconda frazione. Per poco non trova persino la vittoria, ma va bene anche così.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*