Juventus, Pjanic si presenta

Miralem Pjanic

Il calciomercato deve ancora entrare nelle fasi più calde, che, compatibilmente con i mesi estivi, probabilmente avverranno proprio durante il mese di agosto. E, tuttavia, c’è chi già mette a segno colpi su colpi, come ad esempio la Juventus: proprio la Vecchia Signora pare essere la grande protagonista dell’inizio di questa sessione, grazie ad innesti di grandissimo prestigio come Miralem Pjanic e Dani Alves.

Miralem PjanicE proprio il centrocampista bosniaco, poche ore fa, è stato presentato in maniera ufficiale in conferenza stampa. Una serie di interviste piuttosto interessanti, che hanno permesso al giocatore, classe ’90, di farsi conoscere meglio dai propri nuovi tifosi.

Anzitutto, grazie a lui, la Juve finalmente recupera un grande specialista su calcio da fermo: persi Pirlo e Tevez, infatti, in questo fondamentale la Juve era rimasta un po’ scoperta, nonostante alcune prodezze balistiche di Pogba e Dybala della scorsa stagione. “Ai tempi di Lione ho avuto modo di lavorare con Juninho Pernambucano, che era uno specialista. Ma ognuno ha un piede diverso, cerco sempre di migliorarmi il più possibile per essere sempre più pericoloso sulle punizioni, e comunque la Juve ha altri ottimi tiratori.”

Sul ruolo, poi, Pjanic ha asserito che la sua collocazione precisa sul campo la si vedrà nel tempo, e che ricoprirà qualsiasi posizione Allegri gli chiederà. Ha poi allontanato l’ingombrante paragone con Andrea Pirlo: “è stato un grandissimo, il più forte centrocampista della Serie A negli anni in cui son stato qui. E il paragone mi fa piacere, ma siamo due giocatori diversi. Spero di riuscire a far giocare la squadra altrettanto bene come faceva lui.”

E se non ci si pone limiti sugli obiettivi di Madama, vale a dire il campionato e soprattutto il sogno Champions League, sono entusiaste le impressioni sulla sua nuova squadra. “Qui si lavora tantissimo, e da dentro si capisce per quale motivo sia così difficile stare davanti alla Juve. Finora l’avevo conosciuta solo come avversaria.”

Pjanic vestirà il numero 5, lo stesso di Zinedine Zidane, suo grande idolo da sempre. E, in ultimo, una considerazione su Benatia, obiettivo di mercato dei bianconeri: “Siamo rimasti in contatto anche quando ha lasciato Roma, è un bravo ragazzo e un grande calciatore. Ma purtroppo non posso aggiungere altro.”

Leave a comment

Your email address will not be published.


*