Kean regala il successo alla Juventus all’ultimo respiro: Atalanta ok

Kean

La Juventus supera il Bologna in rimonta grazie ad una rete di Kean al quarto minuto di recupero, successo di misura per i bergamaschi.

E’ il giovanissimo attaccante Kean (classe 2000) a realizzare la rete con la quale la Juventus ha battuto il Bologna al Dall’Ara. Nonostante l’ampio turnover operato da Allegri in vista della finalissima Champions di Cardiff, la Juventus continua a mietere successi. Il Bologna regge solo per un tempo, poi trova addirittura la rete del vantaggio con una bella conclusione dal limite di Taider che illude i tifosi locali, prima di capitolare.

Negli ultimi venti minuti, la squadra di Allegri riordina le idee e trova la rete del pareggio con Dybala, bravo a finalizzare in rete dopo un batti e ribatti in area di rigore felsinea. Il gol che regala altri tre punti alla Juventus, lo sigla il giovane Kean al quarto minuto di recupero. Una zampata autoritaria in area di rigore, che punisce severamente un Bologna che aveva giocato la propria onesta partita.

Un successo che fa morale per la Vecchia Signora, che adesso avrà una settimana di tempo per preparare al meglio la partita più importante dell’anno. L’ultima, di una stagione che potrebbe scrivere una pagina storica del calcio italiano.

L’Atalanta batte di misura il Chievo

Successo interno per l’Atalanta di Gasperini che festeggia con i propri tifosi l’accesso all’Europa League e il ritorno in una competizione continentale dopo 27 anni di assenza. A siglare la rete dell’1-0 definitivo è stato ancora lui, il Papu Gomez, autore di una stagione da incorniciare. L’argentino sfrutta a meraviglia un bell’assist di Cristante.

Al triplice fischio, i tifosi tributano cori ed ovazioni a Raimondi e Migliaccio, due colonne della squadra bergamasca che hanno giocato l’ultima gara della carriera. Adesso, per loro, si profila un futuro da dirigenti nel club di Percassi.

 

Be the first to comment on "Kean regala il successo alla Juventus all’ultimo respiro: Atalanta ok"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*