La Fifa vara una nuova svolta nel calciomercato: stop alla politica dei prestiti

La politica dei prestiti potrebbe essere presto messa al bando dalla Fifa che vorrebbe mettere fine alle speculazioni delle big.

La Fifa, dopo le tante svolte intraprese con l’elezione di Gianni Infantino, adesso starebbe meditando l’ennesimo cambio di rotta. Dopo aver riformato il calendario del calciomercato, riducendo la finestra estiva e quella invernale, adesso starebbe pensando all’eliminazione dei prestiti, uno dei pilasti del calciomercato moderno.

Secondo France Football, negli ultimi mesi la commissione composta dai vari membri del board, avrebbe valutato la possibilità di ridurre le rose e i prestiti, proprio per evitare il grande giro di speculazioni che sono legati attorno al mercato dei giovani calciatori. Lo strumento dei prestiti, rappresenta oggi una grande risorsa anche per la realizzazione di importanti plusvalenze spesso a beneficio dei grossi club che possono permettersi rose molto ampie. Nel mirino è finito pure il comportamento della Juventus, che France Football ha preso come esempio.

La Vecchia Signora ha attualmente in prestito oltre 40 giocatori ad altre squadre. Una vera e propria egemonia del mercato che ha messo, e mette, a dura prova la stessa credibilità nello svolgimento dei campionati. Una situazione anomala che riguarda anche altri campionati europei. Il Chelsea vanta oggi circa 22 giocatori in prestito, mentre il Manchester City ne ha ben 18.

Be the first to comment on "La Fifa vara una nuova svolta nel calciomercato: stop alla politica dei prestiti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*