Lotito chiude col botto il mercato della Lazio: presi Nani, Jordao e Neto

Lotito ha rafforzato la rosa della Lazio con tre colpi da novanta, soprattutto in prospettiva, grazie ai buoni uffici del procuratore Jorge Mendes.

La Lazio piazza un colpo stellare, acquistando il talentuoso portoghese del Valencia, Nani, ex stella del Manchester United. L’esterno portoghese è già a Roma dove è arrivato nella mattinata di oggi per sostenere le visite mediche di rito, prima di apporre la firma sul contratto.

Il giocatore, dopo lo sbarco nella capitale, si è subito diretto verso la clinica Piadeia dove si sottoporrà ai classici test fisici e medici. Il Valencia, per la cessione di Nani, incasserà 10 milioni di euro oltre ai bonus. Lotito si è sbizzarrito nella giornata di ieri, piazzando anche i colpi legati ai nomi di Bruno Jordao e Pedro Neto, provenienti entrambi dallo Sporting Braga. Il costo dell’operazione è stato di 26 milioni di euro.

Un penultimo giorno di mercato con i fiocchi per la società biancoceleste, che ha rafforzato in modo evidente il roster di punte, affiancando ad Immobile delle alternative di grande valore. Le tre operazioni di mercato sono state condotte da Lotito anche grazie alla mediazione del potente agente portoghese, Jorge Mendes. Una Lazio che cresce tecnicamente e che mette a segno anche dei colpi in prospettiva, con il tandem proveniente dal Braga che promette scintille. Bruno Jordao è un centrocampista centrale di 20 anni, mentre Neto ne ha soli 17.

2 Comments on "Lotito chiude col botto il mercato della Lazio: presi Nani, Jordao e Neto"

  1. alessandro | 01/09/2017 at 00:26 | Rispondi

    ma vi rendete conto di qyuello che scrivete…….
    Mega marchetta a Mendes per due ragazzini che trasfertmarket valuta 150 e 200 mila euro…con 24 milioni di euro ci compravo tonelli giaccherini e rimaneva pure il resto,ma purtroppo ultimamente il gestore pensa solo a ingrassare…le sue tasche oltre che la sua pancia…speriamo ci lasci presto……

    • Marco Antonio | 01/09/2017 at 08:58 | Rispondi

      I due ragazzini, come li chiami tu, sono due giocatori ambiti anche da grandi squadre della Premier League. Sarà il campo, come sempre, ad emettere le sentenze.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*