Napoli, adesso si rischia in Champions

Napoli Insigne

Dopo la gara della Juventus, anche il Napoli, per una notte, si rende protagonista del massimo palcoscenico europeo. I partenopei, infatti, erano chiamati a dare un segnale importante relativamente al loro girone, che nelle prime due gare era stato dominato in maniera pressoché inequivocabile. Dopo, tuttavia, è arrivato il buio, continuato anche in quest’ultima gara, terminata sul punteggio di 0-0.

Un altro passo falso per il Napoli, che di certo non può essere di buon auspico per il prosieguo dei partenopei nel torneo. Gli uomini di Sarri, infatti, contro una Dynamo Kiev considerata di gran lunga la squadra più abbordabile del girone, erano chiamati a dare un segnale forte: con una vittoria, la qualificazione agli ottavi di finale sarebbe infatti risultata praticamente aritmetica.

Invece, Hamsik e compagni non sono riusciti a sfondare il muro ucraino, per una sera rivelatosi particolarmente solido, praticamente inespugnabile. L’assenza di Milik, in questo senso, sembra pesare tantissimo nell’economia del gioco offensivo dei campani, pressoché inefficaci con il cosiddetto tridente leggero composto da Insigne, Mertens e Callejon.

Non a caso, nella seconda frazione di gioco Sarri ha provato a rimescolare un po’ le carte, gettando nella mischia anche Manolo Gabbiadini. L’ex sampdoriano, tuttavia, nonostante la buona volontà, non è riuscito a realizzare quella rete che per il Napoli avrebbe portato i tre punti.

La situazione di classifica dei campani, adesso, inizia a farsi piuttosto preoccupante. Vero è, infatti, che il Napoli è ancora primo a 8 punti, insieme al Benfica. E, tuttavia, il Besiktas, che nell’anticipo pomeridiano era riuscito a rimontare ben 3 reti ai portoghesi, insegue ad una sola lunghezza di distanza.

Tutto, insomma, verrà deciso solamente all’ultimo turno. Il Napoli affronterà proprio il Benfica, nella sfida che varrà non soltanto la qualificazione, ma anche la testa del girone. Una eventuale sconfitta, con relativa vittoria del Besiktas sulla Dynamo Kiev, estrometterebbe i partenopei, di fatto, dagli ottavi di finale della competizione.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*