Notte fonda a Barcellona, Paris Saint Germain alle stelle

Barcellona Neymar

L’andata degli ottavi di finale di Champions League, a sorpresa, ha regalato un risultato incredibile in quello che molti addetti ai lavori consideravano il match di cartello di questo turno: clamorosamente, infatti, il Paris Saint Germain è riuscito ad annichilire la corazzata del Barcellona, stravincendo con un larghissimo 4 – 0 che non ha ammesso assolutamente repliche.

E dire che per il Paris Saint Germain, almeno alla vigilia della sfida, i pronostici non erano tra i migliori: anche a causa della defezione di Thiago Silva, out per un infortunio, Emery aveva dovuto reinventarsi la propria retroguardia, schierando Meunier, l’ex Roma Marquinhos, Kimpembe e Kurzawa dinanzi al portiere Trapp. Nel terzetto di centrocampo, largo a Matuidi, Verratti e Rabiot, mentre Di Maria e Draxler hanno agito dietro all’unica punta, il matador Cavani.

Il Barcellona, perso il terzino Vidal, si è proposto con il consueto 4-3-3: ter Stegen tra i pali, mentre in difesa ecco Roberto, Piqué, Umititi e Alba. A centrocampo, Andrè Gomes ha trovato una maglia da titolare insieme a Iniesta e a Bousquets, mentre in avanti l’ovvio trio delle meraviglie: Neymar, Suarez e Messi.

Ci si aspettava un dominio da parte del Barcellona, o al più un match equilibrato, e invece, a sorpresa, il Paris Saint Germain ha tenuto in pugno la partita fin dalle battute iniziali. E così, dopo aver preso le misure, è Di Maria a siglare il vantaggio per i francesi: punizione conquistata da Draxler da posizione invitante, l’argentino si presenta sulla mattonella e batte ter Stegen con un bel tiro a giro.

Le ripartenze del Paris Saint Germain sono a dir poco micidiali, la difesa del Barcellona palesa delle gravi crepe e al 40° Draxler trova il raddoppio: Messi perde un pallone sanguinoso a centrocampo, Verratti taglia in due la retroguardia con un assist fulminante e il tedesco scaglia il pallone in rete senza lasciar scampo all’estremo difensore blaugrana.

Nel secondo tempo, la situazione non cambia: il Paris Saint Germain è sempre più pericoloso, il trio barcellonese non punge e al 55° Di Maria affonda di nuovo il colpo. L’argentino si porta a spasso gli avversari, entra in area e dipinge un delizioso sinistro a giro trafiggendo nuovamente ter Stegen.

Il Barcellona affonda, e al 71° incassa persino il quarto gol: Cavani, assolutamente spaziale, suggella la propria prestazione con un gol incredibile, che mette in ginocchio Messi e compagni. Gli uomini di Luis Enrique provano l’assalto nel finale, trovando solo una traversa con Umtiti. Finisce 4 – 0 per il Paris Saint Germain, che ipoteca clamorosamente il passaggio del turno.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*