Ecco i 30 in corsa per il Pallone d’Oro: c’è anche Buffon

Pallone d’Oro 2016

Sono stati sciolti poche ore fa gli ultimi dubbi circa i 30 finalisti in corsa per l’assegnazione del Pallone d’Oro, edizione 2016. A partire da quest’anno, la particolarità è che il premio torna appannaggio esclusivamente di France Football: la rivista francese, che aveva istituito il prestigioso titolo nel lontano 1956, aveva di fatto “ceduto” l’onere alla FIFA a partire dal 2010. Una scelta che non aveva fatto felici molte persone, poiché, a detta di diverse fonti autorevoli, il Pallone d’Oro era praticamente ormai divenuto ostaggio del marketing.

Non a caso, diranno le malelingue, le ultime otto edizioni del premio sono state contese dai soli Lionel Messi e Cristiano Ronaldo: quest’ultimo, effettivamente, pare essere il grande favorito anche per l’edizione di quest’anno, alla luce dei trionfi in Champions League e nel Campionato Europeo. Tuttavia, la grande incognita potrebbe essere rappresentata, a sorpresa, da un giocatore della nostra bandiera azzurra: il nome di Gianluigi Buffon, infatti, è stato incluso tra i 30 finalisti.

Buffon è solo uno dei quattro portieri inclusi nella lista per il Pallone d’Oro: insieme a lui, ecco il tedesco Neuer, il francese Lloris e il portoghese Rui Patricio. Tra i difensori, non manca il doppio campione d’Europa Pepe, oltre a Godin e a Sergio Ramos. Non molti i centrocampisti: non mancano i campionissimi Iniesta, poi Modric, Toni Kroos, Mahrez, Koke, De Bruyne e gli ex juventini Pogba e Vidal. I nomi rimanenti appartengono tutti agli attaccanti: dal trio delle meraviglie del Barcellona composto da Messi, Suarez e Neymar alla coppia d’oro del Real Madrid con Bale e Cristiano Ronaldo. Poi Griezmann, Ibrahimovic, Lewandowski, Muller e Aubameyang. Ci sono anche Aguero, Payet e Vardy, protagonista del miracolo Chelsea. Infine, altri due giocatori bianconeri: Dybala e Higuain.

Resta dunque da attendere la scelta del vincitore, che verrà deciso il prossimo 13 dicembre. Sarà la volta buona per Buffon, fresco vincitore già del Golden Foot, o il portierone dovrà nuovamente masticare amaro?

Leave a comment

Your email address will not be published.


*