Playoff Serie B: Spezia in semifinale, Cesena battuto 2-1

 

Assunto confermato. I playoff di Serie B sono proprio un altro campionato. Se infatti in Lega Pro l’andamento sta rispettando quello della stagione regolare, il mini-torneo che mette a disposizione l’ultimo posto per la Serie A è cominciato con il botto. A farlo lo Spezia, che nel preliminare passa al “Manuzzi” di Cesena per 2-1 e, al terzo playoff consecutivo, centra la prima semifinale: sabato andata al “Picco” contro il Trapani, ritorno martedì prossimo al “Provinciale”.

Ma prima di pensare alla squadra di Cosmi, Di Carlo può gongolare per il colpaccio da ex, che sovverte il pronostico. Il Cesena si era infatti presentato all’appuntamento da favorito, grazie al fattore campo, che garantiva ai romagnoli il pass anche in caso di pareggio dopo i supplementari, ma grazie anche al momento di forma: tre vittorie nelle ultime quattro partite di campionato per il Cesena, solo due nelle ultime cinque per lo Spezia, che aveva perso il 6° posto proprio a vantaggio dei rivali di giornata.

La partita ha però detto tutto il contrario, dato che il verdetto non fa una grinza. Di Carlo azzecca tutto, Drago sbaglia quasi tutto: il 4-3-3 dei liguri assicura la superiorità numerica a centrocampo, mentre il 4-2-3-1 del Cesena non convince mai. Gara su ritmi sostenuti, ma che lo Spezia ha quasi sempre tenuto in pugno, anche prima del fortunoso vantaggio maturato al 40’ grazie all’autorete di Renzetti che incorna un angolo di Piccolo, arrivato poco dopo un clamoroso rigore negato a Catellani, strattonato platealmente da Capelli.

La reazione del Cesena è frenetica, con troppe palle lunghe a scavalcare il centrocampo, così qualcosa di meglio si vede in avvio di ripresa, con l’innesto di Sensi a comandare il gioco, ma il pari arriva solo su rigore al 65’: De Col pizzica Ragusa e Ciano spiazza Chichizola.

A questo punto prevale la stanchezza, i supplementari sembrano alle porte, ma proprio quando il Cesena pare avere più birra, ecco la distrazione fatale da palla inattiva: 85’, angolo di Piccolo, velo del neo-entrato Situm e Postigo fulmina Gomis. Non c’è più tempo: il Trapani orienta il navigatore verso il Golfo.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*