Quale Italia in terra transalpina?

Ormai è tutto fatto, insomma. Pur se all’ufficializzazione della lista mancano poche ore, in quanto solo stasera, in diretta televisiva su Rai1 a partire dalle 20:30, il commissario tecnico della Nazionale Italiana di Calcio Antonio Conte diramerà la lista dei 23 convocati per Euro 2016, in realtà i nomi sono già trapelati alla stampa nostrana. Non mancano le sorprese, come la presenza di Sturaro o la conferma di tutti e cinque gli attaccanti, per una Italia che, in Francia, tenterà una difficile impresa.

E insomma, se le scelte per la porta e per la difesa sembravano praticamente scontate, visti i nomi di Buffon, Marchetti, Sirigu, e poi di Barzagli, Bonucci, Chiellini, Ogbonna, Darmian e De Sciglio, il centrocampo dà più da pensare. Ci sono De Rossi e Thiago Motta, i due registi (dal momento che Jorginho è stato fatto fuori, evidentemente perché sarebbero stati troppi tre direttori di gioco), poi tanti esterni, da Candreva ad El Shaarawy, da Bernardeschi ai jolly Florenzi e Giaccherini, i cui ruoli naturali son proprio quelli di esterni. Per non scordare Insigne, che in fin dei conti è un’ala.

Insomma, viene da chiedersi in che modo giocherà l’ Italia, specialmente considerando che Antonio Conte difficilmente si priverà del suo affidabile 3-5-2. Tre centrali di centrocampo in una rosa piena zeppa di esterni: chi saranno?

Dal momento che abbiamo due registi, il vertice basso sarà occupato da uno tra De Rossi e Thiago Motta. Più il primo che il secondo, considerando quanto si è visto finora. E, come ha confermato anche l’amichevole con la Scozia, le intenzioni dell’allenatore azzurro sembrano in qualche modo confermare Florenzi e Giaccherini in mezzo al campo: tra i pochi Azzurri, evidentemente, a poter garantire una certa facilità di corsa, in un’ Italia che sfortunatamente appare piuttosto lenta ed impacciata nel gioco. Sturaro, in tal senso, insieme a Parolo, che sono due mezzale di ruolo, rappresentano le loro alternative.

In attacco, le cose paiono complicarsi ulteriormente: Pellè è intoccabile, mentre per l’altro posto paiono avere tutti le stesse possibilità. Ad oggi in vantaggio sugli altri tre pare essere Eder, pallino di Conte che però anche con la Scozia non ha brillato: chance in arrivo per Immobile, Insigne e Zaza?

Questa insomma, a nostro parere, è l’ Italia che partirà titolare in Francia: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, De Rossi, Giaccherini, Darmian; Eder (Zaza), Pellè.

Be the first to comment on "Quale Italia in terra transalpina?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*