Roberto Mancini verso l’investitura come futuro ct della nazionale: salta l’ipotesi Capello

Roberto Mancini è il candidato numero uno per diventare il futuro ct della nazionale, domenica incontrerà Malagò.

Roberto Mancini sta per dire si alla nazionale azzurra. Siamo ormai arrivati al dunque per quanto riguarda la scelta del prossimo ct della nazionale azzurra. Entro il 20 maggio era stata fissata la deadline per scegliere il successore di Gigi Di Biagio che ha traghettato la nazionale dopo l’esonero di Giampiero Ventura. Il nome più gettonato è quello di Roberto Mancini, soprattutto dopo che sarebbe sfumato l’estremo tentativo fatto dalla federazione per convincere Fabio Capello a prendere in mano le redini della nazionale azzurra. Il tecnico di Jesi è già annunciato in viaggio verso l’Italia dove incontrerà a Roma, Malagò, nella giornata di domenica.

Sarà molto probabilmente proprio Roberto Mancini l’iniziatore di un nuovo ciclo verso l’Europeo 2020 e colui che guiderà la nazionale nella Nations League. Una volta trovato l’accordo con la federazione, il nuovo tecnico si dimetterà da allenatore dello Zenit San Pietroburgo per realizzare quello che è il suo sogno da sempre: la guida della nazionale. Ormai la concorrenza è davvero striminzita dopo il ‘no’ di Fabio Capello. Il nome dell’ultim’ora che potrebbe far saltare l’ipotesi Mancini sarebbe quello di Antonio Conte. Ma se il tecnico salentino dovesse lasciare il Chelsea, come avverrà a fine stagione, e accettasse la nazionale salterebbe quel valzer di allenatori che riguarderà Psg, Juventus e Borussia Dortmund. Meno quotata, ma sempre viva, la candidatura di Claudio Ranieri.

Be the first to comment on "Roberto Mancini verso l’investitura come futuro ct della nazionale: salta l’ipotesi Capello"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*