Roma a caccia della gloria con il Porto

Spalletti Roma

Mancano poche ore, ormai, all’attesissima gara di ritorno dei preliminari di Champions League che deciderà il destino e, parzialmente, l’inerzia della stagione europea della Roma. I giallorossi, infatti, dopo il buon pareggio maturato nella sfida di andata, terminata con il risultato di 1-1, e dopo aver iniziato alla grande il campionato di Serie A battendo sonoramente l’Udinese per 4-0, sono adesso in cerca di conferme.

La gara di ritorno si disputerà allo Stadio Olimpico, e, in virtù del pareggio con reti maturato all’andata, pone l’inerzia dello scontro leggermente a favore della Roma: agli uomini di Spalletti, infatti, potrebbe bastare uno 0-0 per eliminare il Porto e accedere così direttamente ai gironi della prossima edizione della Champions League. Un pareggio con due reti o più per parte, tuttavia, farebbe fuori dai giochi proprio il club giallorosso, che è dunque chiamato ad affrontare la partita con particolare attenzione.

Andiamo dunque a vedere quella che sarà la probabile formazione di partenza della Roma. In porta prosegue il ballottaggio fra Alisson e Szczesny, con il primo che appare favorito sul polacco, la cui presenza per tutta la durata della stagione, probabilmente, si limiterà al solo campionato. In difesa, con l’assenza forzata per squalifica di Vermaelen, oltre a quella di Florenzi per infortunio, diventa fondamentale il recupero di Manolas, uscito malconcio dalla sfida con l’Udinese. Il difensore greco non è al meglio, ma dovrebbe farcela. Sulla destra, spazio al neo acquisto Bruno Peres, in una linea difensiva che potrebbe essere completata da Fazio (o Emerson) e da Juan Jesus.

A centrocampo tornerà Daniele De Rossi, che agirà insieme a Nainggolan e a Strootman, quest’ultimo apparso pienamente recuperato. Paredes, acciaccato, si accomoda in panchina. Pochi dubbi per quanto riguarda il reparto avanzato: Edin Dzeko dovrebbe essere confermato nel suo ruolo di centroavanti, vincendo il ballottaggio con El Shaarawy, accanto al titolarissimo Salah. Per l’ultimo posto, ecco Perotti, decisivo con la sua doppietta nella sfida di campionato.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*