Roma ok nel posticipo, Pescara in Serie B

Roma Strootman

Si è concluso pochi minuti fa il posticipo del lunedì sera della trentatreesima giornata del campionato di Serie A. Il torneo, ormai vicino alle proprie battute conclusive, inizia a scrivere il primissimo verdetto: il Pescara, fanalino di coda, in virtù della sconfitta patita dalla Roma, retrocede aritmeticamente in Serie B. Nulla da fare per gli abruzzesi, il cui destino, in realtà, sembrava segnato da diverso tempo, a prescindere dal recente arrivo in panchina di Zeman. La Roma, d’altro canto, ha confermato i pronostici della vigilia pervenendo ad un facile successo, ed allungando il vantaggio sul Napoli nella lotta per il secondo posto.

Effettivamente è stato tutto fin troppo semplice per la Roma, che contro l’ultima della classe non ha comunque risparmiato le armi a propria disposizione. E così, nonostante la strenua difesa del Pescara, i giallorossi riescono a piazzare un doppio colpo micidiale nelle parti conclusive del primo tempo. Il gol del vantaggio viene segnato da Kevin Strootman al 44° minuto: l’olandese, smarcatissimo in area, deve solo spingere verso la porta sguarnita un pallone ottimamente servitogli da El Shaarawy. Pochi secondi più tardi è già raddoppio: contropiede micidiale, Dzeko vede Nainggolan e il belga non sbaglia.

Nel secondo tempo, la Roma si limita a portare la cosa in porto, chiudendo ben presto il discorso. Salah, il migliore dei suoi, arrotonda ulteriormente il vantaggio al 48° minuto, nuovamente servito da un bravo El Shaarawy. L’accoppiata italo-egiziana è a dir poco letale, e al 60° si ripete ancora una volta: contropiede dei giallorossi, l’ex milanista serve l’attaccante africano che, a porta vuota, mette a segno la marcatura che gli vale la doppietta personale. Ben tre assist messi a segno, invece, per El Shaarawy.

L’ultima mezz’ora di partita è segnata dall’orgoglio del Pescara, che dinanzi al proprio pubblico cerca almeno il gol della bandiera. E lo trova con Benali, che all’83° approfitta di una dormita di Manolas per battere un incolpevole Szczesny. Finisce 1 – 4 in favore dei giallorossi, che a cinque giornate dal termine tentano di ipotecare il secondo posto, rinviando la festa della Juventus di qualche turno. Niente da fare invece per il Pescara, che ripartirà dalla Serie B.

Be the first to comment on "Roma ok nel posticipo, Pescara in Serie B"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*