Russia 2018: il Perù rischia l’esclusione a beneficio dell’Italia, ecco l’indiscrezione dal Sudamerica

Ecco l’indiscrezione battuta dal quotidiano sudamericano Libero, che rimette in corsa gli azzurri per Russia 2018.

Russia 2018 non è definitivamente sfumata per i colori azzurri. Esiste ancora una possibilità concreta, seppur remota, che la nostra nazionale possa essere ripescata in extremis. Secondo ‘Libero’ un quotidiano sudamericano, il ‘Perù rischia l’esclusione dai Mondiali’. A mettere a repentaglio la qualificazione della nazionale peruviana sarebbe una proposta di legge fatta dalla deputata Paloma Noceda che prevederebbe che la Federcalcio peruviana dovrebbe passare sotto il controllo di un organismo statale con funzioni di ministero.

Un cavillo che sembrerebbe di poco conto ma che di fatto è espressamente vietato dalla FIFA. Se cosi fosse, a beneficiarne sarebbe l’Italia.
Approfondiamo la fondatezza di questa ipotesi: la deputata fujimorista Paloma Noceda, che svolge anche il ruolo di presidente della Commissione Istruzione, gioventù e Sport, ha presentato al Parlamento un testo di legge che porterebbe la Federcalcio peruviana sotto il controllo dell’Istituto peruviano dello Sport facendo perdere l’autonomia dell’organo di governo calcistico.  Una ipotesi che il regolamento FIFA vieta espressamente, negando la possibilità di un vincolo con i governi.

La FIFA ha chiesto chiarimenti in questo senso ammonendo le autorità del rischio dell’esclusione dai prossimi campionati mondiali. Consideriamo però l’ipotesi assai remota, perchè difficilmente la proposta diventerà legge determinando l’esclusione del Perù. Se non altro perchè il governo rischierebbe di diventare assai impopolare.

Be the first to comment on "Russia 2018: il Perù rischia l’esclusione a beneficio dell’Italia, ecco l’indiscrezione dal Sudamerica"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*