Tutto vero: Portogallo campione d’Europa

Portogallo Campione d'Europa

Chi l’avrebbe mai detto, poche settimane fa? Euro 2016 si è concluso con l’epilogo più imprevedibile, se si prendono in considerazione tutti i fattori che hanno portato in finale Francia e Portogallo. Già, perché i lusitani, contro ogni pronostico, si sono laureati per la prima volta campioni d’Europa, sollevando la coppa al cielo dinanzi agli occhi dei padroni di casa.

Una conclusione a dir poco incredibile, se si pensa che il Portogallo si era classificato nel proprio girone soltanto come terzo, totalizzando appena 3 punti contro squadre notevolmente inferiori come Ungheria, Austria ed Islanda. Di più: su sette partite disputate in questa competizione, il Portogallo è riuscito a vincerne soltanto una entro i tempi regolamentari, quella delle semifinali contro il Galles. Si segnalano poi quattro pareggi (contro le già citate Ungheria, Austria e Islanda, oltre alla Polonia sopraffatta nei quarti di finale solamente ai calci di rigore) e due vittorie ai tempi supplementari, una delle quali maturata proprio pochi minuti fa contro i padroni di casa della Francia.

E a siglare la marcatura decisiva non è stato Cristiano Ronaldo, che pure era l’uomo più atteso della finale: l’asso lusitano è stato infatti costretto ad issare la bandiera bianca dopo appena 24 minuti di gioco, per un infortunio occorso a seguito di un intervento di Payet. L’eroe della serata è stato infatti Eder: l’attaccante del Lille, subentrato al baby fenomeno Renato Sanches al 79° minuto, ha messo la firma sulla vittoria del Portogallo con un gol a 11 primi dal termine del secondo tempo supplementare, per la disperazione dei tanti tifosi transalpini presenti nello stadio.

Una vera e propria beffa anche per Griezmann, che nel giro di un mese ha perso la seconda finale europea: lo scorso giugno, infatti, il suo Atletico Madrid venne sconfitto dai rivali del Real Madrid, in cui peraltro figuravano anche Cristiano Ronaldo e Pepe. I quali, nel giro di un mese, si sono laureati campioni d’Europa per la seconda volta. Un record a dir poco incredibile.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*