Walter Samuel si aggrega allo staff dell’ Inter

Samuel Inter

L’era Pioli sulla panchina dell’ Inter è cominciata appena da poche ore, che già si inizia a parlare dell’immediato futuro. Il club neroazzurro, finito in un pantano fatto di sconfitte, brutto gioco e prestazioni sottotono, deve infatti risollevarsi assolutamente, pena il fallimento dell’ennesima stagione. L’ex tecnico della Lazio, dunque, pare aver chiesto alla dirigenza il massimo supporto per guidare la squadra fuori da questo brutto momento, il che si traduce in rassicurazioni che non siano solo verbali. Sembra, infatti, che Pioli abbia richiesto alla società anche degli innesti importanti per quel che concerne lo staff: e, in questo senso, possiamo ormai ufficializzarvi che Walter Samuel entrerà a far parte del club.

Una risposta a suo modo importante: Walter Samuel, infatti, ormai appesi gli scarpini al chiodo, ha già fatto parte della corazzata interista in uno dei momenti più vincenti della sua storia. L’ex difensore argentino ha vestito la casacca neroazzurra per ben 9 stagioni, a cavallo tra il 2005 e il 2014, nel corso dei quali ha conseguito titoli prestigiosi tra cui la Champions League del 2010.

Un amore che in qualche modo non è mai finito, quello tra l’ Inter e Samuel, e che adesso è dunque pronto sbocciare nuovamente. È stato infatti reso noto che l’argentino entrerà a far parte dello staff a partire dalla prossima settimana, allorché arriverà in Italia dopo la partita di addio al calcio dell’amico ed ex compagno di squadra Diego Milito.

Interessante anche capire cosa farà esattamente Samuel nella nuova Inter che sta nascendo. L’ex difensore, infatti, verrà ingaggiato per un compito molto importante, ossia quello di gestire lo spogliatoio della squadra. Un onere particolarmente gravoso, in quanto proprio lo spogliatoio neroazzurro, nei tempi recenti, ha dimostrato delle enormi fragilità: e chi meglio di Samuel per questo compito, considerata la sua spiccata personalità ed il suo innato carisma, caratteristiche che già lo contraddistinsero ai tempi dell’ Inter?

Leave a comment

Your email address will not be published.


*