Roma, potere ai giovani: Perez stende il Gent

60
roma

Se il mercoledì è stata la grande notte europea dell’ Atalanta, il giovedì era riservato alle sfide di andata dei sedicesimi di finale di Europa League delle squadre nostrane. Il sorteggio aveva consegnato a Inter e Roma due avversari sulla carta abbordabili, rispettivamente il Ludogorets e il Gent. Pur con qualche difficoltà di troppo, specialmente a causa di alcune evidenti differenze in termini di preparazione atletica, i pronostici sono stati effettivamente rispettati.

Punto che accomuna entrambe le vittorie, il primo gol degli acquisti più importanti del mercato di gennaio. Per l’ Inter, ad aprire le danze è stato infatti Christian Eriksen. Il centrocampista svedese alza i giri nella seconda frazione di gara, è protagonista di un grande parziale ed è abile a sigillare la prima marcatura con la casacca nerazzurra. Il definitivo 0 – 2, che per l’ Inter equivale ad una seria ipoteca sul passaggio del turno, lo ha timbrato il solito Romelu Lukaku, su calcio di rigore.

La Roma, invece, gioca un primo tempo di grande livello contro il Genk, apparentemente il preludio di una serata di gloria. Il vantaggio arriva dopo appena 13 minuti grazie al giovanissimo Perez, prelevato dalla cantera del Barcellona. I giallorossi costruiscono molto, calano visibilmente alla ripresa ma portano a casa un successo meritato per 1 – 0.