Il whisky scade? Incredibile, ecco la risposta

107

Il whisky proprio come tutti gli altri distillati non è soggetto a scadenza, perchè con il tempo non è destinato a deteriorarsi, ma a tutto c’è un limite, quindi anche se non scade, il whisky non è detto che possa essere conservato in eterno e di questo parleremo nel seguente articolo e cioè di come bisogna conservare questo distillato per poterlo usare il più a lungo è possibile.

Il whisky può perdere col tempo alcune sue caratteristiche?

Tutto dipende da come si tenga conservata la bottiglia; se questa non è mai stata aperta allora non ci sarà nessun problema a bere il whisky anche dopo molti anni, soprattutto se è stata riposta in luoghi asciutti e a temperature non molto elevate. In pratica, il whisky non guasta mai perché nasce senza scadenza ed a volte più invecchia più buono è, semprechè ricordiamo la bottiglia non sia mai stata aperta.

Ecco cosa succede quando la bottiglia di whisky è aperta

Come accennato in precedenza, il whisky con il tempo può anche migliorare se la bottiglia viene conservata intatta e sigillata, tutto cambia invece quando la bottiglia viene aperta.

Se il distillato viene aperto allora c’è il rischio che con il tempo si possa deteriorare e perda il suo inconfondibile sapore. Alcune teorie sottolineano che il whisky una volta aperto vada consumato nel giro di uno o al massimo due anni. Altri invece sostengono che possa conservarsi bene anche per più anni, fino a cinque o sei.

Una volta aperta la bottiglia, il whisky per forza di cose viene esposto alla luce, ai cambi di temperatura e all’aria, tutti fattori che vanno ad influenzare il gusto del distillato più consumato al mondo.

I veri amanti di questo liquore riescono ad avvertire queste variazioni di gusto anche se sostengono che il sapore migliora dopo qualche giorno dall’apertura della bottiglia, però se questo viene conservato per troppo tempo allora inizia ad ossidarsi ed il suo sapore svanisce. A quel punto è arrivato il momento di buttare la bottiglia ed acquistarne una nuova.

Come meglio conservare il whisky

Il whisky viene venduto di solito in bottiglie di colore scuro, perchè proteggono il liquido dalla luce, perchè come già spiegato la troppa luce guasta prima perché prima si ossida. Anche la temperatura è molto importante.

Il whisky va conservato a temperatura ambiente, ma non a temperatura troppo elevata. Il whisky si conserva meglio in cantine e dispense fresche, asciutte e con poca luce. Infine, il whisky al contrario del vino, va conservato con la bottiglia in verticale, per evitare che il distillato rovini il tappo e ne acquisti il cattivo sapore.