Attenzione a mangiare yogurt ammuffito: ecco cosa succede al nostro corpo

141

Mangiare yogurt ammuffito fa male? La domanda sorge spontanea chiaramente nella testa di chi non si era accorto che la scatoletta di yogurt in frigo fosse scaduta e, senza troppi problemi, ne ha mangiato il contenuto. Solo alla fine, infatti, ci possiamo accorgere che lo yogurt è ammuffito. Cosa fare in questi casi? Fa male mangiare questo tipo di yogurt? Vediamo cosa dice la medicina in merito a questo argomento.

Cosa è la muffa?

Certamente mangiare yogurt ammuffito non fa bene. Partiamo dal presupposto che la muffa è un fungo pluricellulare che si riproduce per mezzo di spore. Essa può presentarsi sugli alimenti soprattutto se le temperature stanno tra i 15 ed i 30 gradi o in ambienti con tassi di umidità superiori al 65%. La muffa non prolifera solo sui cibi freschi ma anche su quelli che vengono conservati in frigorifero. Per questo motivo, anche gli yogurt, possono avere muffa. Essa potrebbe provocare danni all’intestino ed ai reni. Infatti le microtossine e le aflatossine possono danneggiare il nostro organismo.

Mangiare yogurt ammuffito: ecco i sintomi ed i rischi

Se mangiamo tanti cibi ammuffiti certamente mettiamo a rischio la nostra salute. Infatti, se dovessimo per sbaglio mangiare qualche parte di cibo con la muffa, allora i rischi e le conseguenze non sarebbero di grande rilevanza. Sarebbe diverso invece se consumare cibi ammuffiti diventa una vera e propria costante.

Diversi sono i sintomi e gravi sono anche i rischi. Si parte da febbre, vomito e nausea ma vi sono anche conseguenze più gravi come i problemi che si manifestano nel tratto gastrointestinale e nei reni. Se si soffre infatti di candida o di infezioni batteriche al tratto urinario allora si dovrebbero evitare cibi ammuffiti perchè alimenterebbero i problemi. Grossi problemi anche per i soggetti allergici che potrebbero avere gli stessi sintomi di un attacco allergico.

Come liberarsi dalla muffa?

Innanzi tutto se vogliamo togliere la muffa dai cibi dobbiamo seguire alcuni consigli. Per prima cosa l’ideale sarebbe mettere l’alimento contaminato all’interno di un sacchetto di plastica chiuso e buttarlo subito nella spazzatura. Successivamente dobbiamo pulire l’area sul quale era appoggiato e per far questo possiamo utilzizare un sapone antibatterico o dell’aceto. In questa maniera possiamo disinfettare tutto evitando dunque che gli altri cibi vicini vengano assaliti dalla muffa. Infine dovreste controllare appunto questi alimenti vicini ed assicurarvi che non abbiano segni. Ricordatevi sempre che i batteri si infiltrano in maniera molto semplice e per questo motivo non devi odorarli perchè possono entrare nel tuo corpo anche attraverso naso e narici.