La papaya contiene vitamina C? Ecco la risposta

85

La papaya è definito come un frutto dalle mille qualità che apporta tanti benefici al nostro organismo, addirittura in alcune parti del mondo viene usato come contraccettivo naturale.

Si coltiva nei paesi tropicali; il clima ideale per la sua crescita è, infatti, caldo umido. Nonostante venga da lontano si trova piuttosto facilmente nei nostri supermercati; per essere certi di acquistare una papaya di buone qualità e maturata naturalmente è, però, più indicato prenderla nei negozi specializzati in frutta esotica.

Tra le tante proprietà che le appartengono, la papaya contiene Vitamina C? Lo spiegheremo nei prossimi paragrafi.

Proprietà della papaya

La papaya è molto soffice oltre ad essere anche molto dolce e nonostante questa sua dolcezza contiene una grossa quantità di acqua, ha, inoltre, una buona quota di carboidrati. Contiene tanta vitamina C e poi ancora vitamina A, vitamina E, vitamina K, acido folico, magnesio, potassio, rame, acido pantotenico, flavonoidi. Anche i semi sono edibili; alcune delle proprietà della papaya dipendono proprio dalla composizione dei semi.

Quindi come si può facilmente intuire tra le sue proprie spicca proprio la Vitamina C, che è contenuta in maniera elevata in questo frutto.

I benefici della papaya

La papaya, soprattutto quando è molto matura, è ricca di antiossidanti, sostanze che combattono i radicali liberi, ritenuti i peggiori nemici della giovinezza delle cellule, proprio per questo il frutto esotico è un ottimo antinvecchiamento.

La quantità di antiossidanti presenti nella papaya mettono a riparo anche da tumori e disturbi cardiovascolari, inoltre aiutano a prevenire l’ossidazione del colesterolo. Il colesterolo, ossidandosi, si inspessisce e può formare quelle placche aterosclerotiche che sono spesso causa di infarti e ictus.

L’alta quantità di fibre contenute in questo frutto permette di aiutare a ridurre i livelli di colesterolo LDL (cattivo) nel sangue, mettendo altra proprietà molto importante per la salute del cuore.

La papaya che invece non è del tutto matura sviluppa la papaina, un enzima che aiuta a migliorare la digestione, per questo è molto indicato per essere mangiato dopo i pasti, soprattutto se abbastanza abbondanti.

Come scegliere la papaya

Come abbiamo spiegato, la papaya ha diverse proprietà benefiche a seconda del grado di maturazione, quindi è molto importante scegliere quella giusta al momento dell’acquisto. La prima cosa da notare è il colore, infatti questo frutto si deve presentare con la buccia verde con alcuni segni gialli; più la buccia è gialla più il frutto è maturo.

Il frutto, inoltre, deve risultare sodo ma morbido al tatto e l’odore non deve essere troppo pungente. Se trovate solo la papaya acerba (quindi con la buccia verde) è necessario farla maturare in casa, tenendola fuori dal frigo per alcuni giorni.