Attenzione ai pesticidi nei pomodori: leggi cosa può accadere

125

Quello riguardante i pesticidi è un problema di rilievo per le coltivazioni e da sempre sul loro utilizzo ci sono dibattiti. Queste sostanze possono incidere negativamente sulla qualità degli alimenti e sulla loro commestibilità, causando rischi alla salute del consumatore. In particolar modo bisogna prestare molta attenzione ai pesticidi nei pomodori. Se continui a leggere saprai cosa può accadere.

Cosa sono i pesticidi

I pesticidi sono prodotti chimici che vengono utilizzati per distruggere i parassiti e qualsiasi altra cosa capace di danneggiare le piante coltivate e il loro raccolto. I pestidici sono per lo più insetticidi e antifungini, da non confondere quindi con i fertilizzanti, i quali hanno tutt’altre caratteristiche.

I pesticidi nei pomodori

I pomodori sono tra gli alimenti della natura più usati nelle nostre cucine e purtroppo sono anche quelli che maggiormente contengono tracce di pesticidi residui. Tutte le verdure a buccia sottile, proprio come i pomodori, in media contengono maggiori residui di pesticidi interferenti endocrini. Questo significa che al loro interno si insidiano sostanze che possono alterare il metabolismo ormonale e causare a chi le ingerisce problemi di fertilità, aumento di tumori al fegato, pubertà precoce, diabete e obesità. I pesticidi nei pomodori possono inoltre causare danni al sistema nervoso centrale.

Va però chiarito che mangiando piccole quantità di pomodori la salute non subisce alcun danno, questi si verificano quando l’ingestione di pomodori contaminati da pesticidi si prolunga nel tempo, in quel caso si può contrarre un’intossicazione e le varie patologie anche gravi che abbiamo elencato in precedenza.

Bisogna inoltre spiegare che i pomodori prima di arrivare sulle nostre tavole vengono sottoposti a severi controlli per garantire la salute del consumatore. L’UE ha stabilito tempi di sicurezza tra l’ultimo trattamento dei pomodori e la loro raccolta, per ridurre al minimo i rischi per la vita del consumatore. Molti prodotti provengono però da paesi extraeuropei dove i controlli sono al minimo. Come tutelarsi in questo caso?

Ecco cosa fare per evitare di mangiare pomodori con pesticidi

Abbiamo spiegato cosa sono i pesticidi, come attaccano i pomodori e soprattutto cosa possono provocare alla salute, quindi ora spiegheremo cosa fare per evitare di mangiare pomodori che contengono queste sostanze chimiche.

E’ importante innanzitutto cercare di acquistare pomodori esclusivamente provenienti da colture biologiche e controllate, perchè come si sa in queste colture non si usano pesticidi ed altri prodotti chimici. Successivamente all’acquisto non dobbiamo mai dimenticarci di lavare attentamente e con cura i pomodori con acqua e bicarbonato per disinfettarli adeguatamente.

I pesticidi restano in prevalenza concentrati sulla buccia. Sarebbe quindi necessario cercare di eliminare il più possibile la buccia dei pomodori prima di utilizzarli per cucinare il sugo o tagliarli per metterli nell’insalata.

Se la nostra abitazione ci permette la coltivazione degli alimenti, se abbiamo un orto in giardino, possiamo comprare dei semi di pomodoro, piantarli nel terreno e provvedere da noi alla coltivazione e alla coltura degli alimenti. In questo modo saremo certi dell’assenza ovvia di pesticidi negli alimenti.