Mangiare mozzarella fa male? Ecco cosa può accadere!

253

La mozzarella è un’eccellenza italiana che da secoli fa parte della dieta mediterranea e che tutto il mondo ci invidia. In origine era fatta solo con latte di bufala, ma con gli anni alcune cose sono cambiate, infatti oggi è possibile mangiare anche mozzarella di latte vaccino.

Mangiare mozzarella fa male? Questo è uno dei quesiti che maggiormente si pongono le persone ed è proprio di questo che parleremo in questo articolo.

I valori nutrizionali della mozzarella

Dal punto di vista nutrizionale la mozzarella vaccina apporta mediamente 250 kcal ogni 100g. Le proteine rappresentano sono il 18,7% e sono prevalentemente caseine. I grassi sono in prevalenza saturi e sono il 19,5% e il colesterolo è di 46 mg ogni 100 g. Infine i carboidrati sono lo 0,7% (è presente anche il lattosio).

Dal punto di vista salino si evince un buon contenuto in calcio e fosforo, contiene anche sodio e potassio in quantità moderate.

La mozzarella vanta quindi una buona quantità di minerali: 160 mg di calcio, 200 mg di sodio, 145 mg di potassio, 350 mg di fosforo. Tra le vitamine, troviamo la vitamina A in primis ed il betacarotene provenienti dal latte.

Mangiare mozzarella fa male?

Come al solito tutto dipende dalla quantità che si mangia, ma andiamo per ordine.

Nella mozzarella di bufala sono più alti i livelli di grassi saturi e di colesterolo presenti, di conseguenza anche le calorie tendono ad aumentare. Questo non vuol dire eliminarla dalla nostra alimentazione anche perchè in una dieta bilanciata c’è bisogno di variare gli alimenti, quello che bisogna fare è mangiarla con moderazione.

È possibile dire che la mozzarella di bufala, consumata all’interno di un regime dietetico equilibrato, ricco in frutta e verdura, cereali integrali e che preveda una sapiente alternanza delle pietanze, congiuntamente ad uno stile di vita attivo, non presenta particolari controindicazioni, a meno che non siano note particolari condizioni cliniche (ad esempio: colesterolo o trigliceridi alti nel sangue) che richiedono un attento controllo dei grassi alimentari e una più scrupolosa assunzione di alimenti di origine animale ad alto contenuto in grassi. La mozzarella può essere quindi inserita nell’alimentazione con le dovute accortezze.

Quanta mozzarella mangiare in una settimana

Giungiamo quindi alla parte fondamentale di questo articolo e cioè quanto mozzarella mangiare in una settimana per evitare rischi per la salute.

Il consiglio dei nutrizionisti è quello di consumarla circa due volte a settimana e le porzioni non devono superare i 100 grammi per volta. Questo è un discorso comunque valido per le persone che sono in salute, perchè come già accennato, coloro che soffrono di particolari patologie devono chiedere prima un consulto medico.