Bere sale e limone fa bene? La risposta della medicina

74

Bere sale e limone fa bene? E’ una domanda che molti si pongono, soprattutto quando si avvicinano i mesi caldi. Partiamo dal presupposto che il limone è un alimento molto comune che è sempre presente nelle cucine delle nostre case: utilizzato come condimento o come base per succhi e spremute, si tratta di un frutto dalle mille proprietà benefiche che non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta. Se mischiato al sale grosso si può creare una bevanda poco conosciuta in Italia, ma invece molto popolare in India, che diventa un vero toccasana per la salute grazie alla fermentazione del limone.

La fermentazione dell’agrume accresce le proprietà benefiche naturalmente presenti nel limone e aiuta ad accelerare il metabolismo, a depurare l’organismo dalle tossine e a migliorare la funzionalità dell’intestino con un rimedio totalmente naturale.

Come preparare la bevanda sale e limone

Preparare la bevanda sale e limone e quindi il limone fermentato è semplicissimo, basta lavare bene i limoni controllando che non abbiamo ammaccature. Tagliarli in 4 o 6 fette. Alternare nei barattoli fette di limone con copertura di sale, qualche grano di pepe e una foglia di alloro. Quando il barattolo è pieno pressare con il dorso di un cucchiaio, aggiunge un poco di acqua tiepida e mettere qualcosa che li tenga pressati sotto l’acqua. Chiudere ermeticamente e riporli in un posto fresco e buio.

Dopo qualche giorno controllare il livello perché tutto deve essere ben sotto il liquido. Trascorso un mese si possono cominciare a tirare fuori le prime fettine di limone sotto sale.

Del limone sotto sale non si butta nulla, quando si tirano fuori dal vaso, la polpa è quasi sparita ma il sapore meraviglioso è nella buccia che nel frattempo è diventata saporitissima.

I benefici del limone fermentato

Il limone fermentato (anche se scientificamente non è stato provato), aiuterebbe a contrastare i problemi dello stomaco e della digestione, tenendo sotto controllo gli zuccheri nel sangue, abbassando la pressione arteriosa e donando sollievo contro verruche, calli, gengive infiammate, vene varicose e reumatismi.

Il limone fermentato sembra essere anche ottimo per la pelle rendendola più luminosa ed elastica riuscendo a donare un senso di nuova giovinezza.

Cosa soni i cibi fermentati

La fermentazione oltre a conservare i cibi, ha la caratteristica di rendere l’alimento più ricco di enzimi, di vitamine (in particolare la C e il gruppo B), antiossidanti, acido lattico e fermenti lattici vivi, i lattobacilli.

Queste sostanze svolgono un’azione rivitalizzante sulla flora intestinale, controllano inoltre la putrefazione e la proliferazione di batteri cattivi.

I cibi fermentati più conosciuti sono i crauti, lo yogurt, il kefir e il miso.