Il pecorino contiene colesterolo? Incredibile, ecco la verità

902

Il pecorino è un formaggio dal sapore molte intenso e per questo amato da molti ma non da tutti. Ma, riguardo alla salute, mangiare pecorino può dare problemi? Il pecorino contiene colesterolo? Ecco la verità ed è incredibile.

Caratteristiche del pecorino

Il pecorino è un formaggio tipico italiano delle regioni centro meridionali, soprattutto è molto conosciuto quello romano e quello sardo. La sua caratteristica principale è quella di un odore e di un sapore molto forte. Il pecorino si ottiene dal latte di pecora lavorato e concentrato, è a pasta dura e viene stagionato e salato. La sua lavorazione prevede la scrematura, che è l’eliminazione della componente sierosa. Contiene poco lattosio e molti lipidi.

Dal punto di vista nutrizionale il pecorino è ricco di vitamine A e B e di importanti sali minerali come il calcio e il fosforo. Ma il pecorino contiene colesterolo?

Il pecorino contiene colesterolo? Ecco la verità

Il pecorino contiene colesterolo? Questa è una domanda molto frequente, ebbene la verità, è: Sì!

Il pecorino contiene elevate quantità di colesterolo per cui andrebbe consumato saltuariamente e in porzioni limitate poiché può interferire in maniera poco salutare con il metabolismo dei soggetti che soffrono di ipercolesterolemia.

Valori troppo alti di colesterolo nel sangue possono causare seri problemi alla circolazione e al cuore, conducendo la persona al serio rischio di contrarre l’arteriosclerosi, l’ictus e l’infarto.

Questo discorso però, non vale per il pecorino sardo, infatti questo formaggio ha delle proprietà in grado di alzare i livelli di colesterolo buono (HDL) nel sangue e di proteggere dall’insorgenza delle malattie cardiovascolari.

Il merito è di un alto livello di acido linoleico, un grasso naturale Omega 6 in grado di combattere e abbassare il colesterolo cattivo (LDL).

I formaggi senza colesterolo: ecco quali sono

Il pecorino dunque contiene colesterolo e va consumato con attenzione. Ma quali sono i formaggi senza colesterolo? Non esistono formaggi senza colesterolo ma esistono comunque formaggi che ne contengono quantità esigue e quindi non sono dannose per l’organismo se mangiati in quantità moderate. I formaggi che hanno meno colesterolo sono i formaggi freschi come la crescenza, che contiene 53 milligrammi di colesterolo ogni 100 grammi di prodotto.

Uno dei formaggi migliori a basso contenuto di colesterolo è però la ricotta, un prodotto magro, povero di grassi, ricco di minerali, di vitamine e di proteine. Per l’esattezza la ricotta contiene 51 milligrammi di colesterolo ogni 100 grammi di prodotto.

Ottimi e a bassissimo contenuto di colesterolo sono i fiocchi di latte. I fiocchi di latte sono annoverati tra i formaggi magri per eccellenza. Contengono soltanto la piccola quantità di 17 milligrammi di colesterolo ogni 100 grammi di prodotto, una vera inezia rispetto al contenuto di colesterolo di altri formaggi.

I fiocchi di latte possono dunque essere introdotti nell’alimentazione di coloro che soffrono di colesterolo senza problemi e sono anche ottimi per perdere peso perché contengono una quantità di grassi molto bassa, compresa tra il 3 e il 5%.