Perchè il basilico diventa giallo? Ecco la risposta

147

Il basilico è una pianta erbacea annuale che raggiunge e supera, in buone condizioni di coltivazione, i 60 cm di altezza. Spesso capita che le foglie della pianta diventino gialle ed in questo articolo spiegheremo perchè ciò accade.

Basilico con foglie gialle, cause

L’ingiallimento delle foglie può avere molteplici cause ma le più comuni sono riconducibili a un unico fattore: l’acqua!

Una delle cause può essere l’eccesso di calcare nell’acqua con la quale viene irrigata la pianta.

In caso di foglie giallastre, con venature che rimangono evidenti, la causa dell’ingiallimento potrebbe essere la clorosi. La clorosi del basilico, così come quella di tante altre piante, è legata a una carenza nutrizionale, in particolare si tratta di una scarsa o assente assimilazione del ferro e di altri micronutrienti del terreno. La clorosi è un effetto dell’eccessiva somministrazione di acqua calcarea. Ciò significa che avete irrigato troppo il vostro basilico sfruttando acqua del rubinetto dall’elevata durezza. L’eccesso di calcare nel terreno crea uno squilibrio sulla reazione del pH del suolo causando, in modo indiretto, carenze di ferro, potassio, zinco o azoto.

Per un pronto intervento, potete somministrare un concime a base di ferro. I concimi di “ferro chelato” si somministrano interrandoli nel terreno in modo rapido perché la luce tende a degradare questo particolare concime. La composizione chimica di questi composti rende il ferro disponibile anche in terreni calcarei, cioè quei terreni responsabili della clorosi ferrica.

Altra causa può essere l’eccesso di irrigazione. Il basilico può diventare giallo anche a seguito di lunghe piogge estive. In caso di ristagni idrici o terriccio eccessivamente umido (quando il terreno resta bagnato per troppi giorni), iniziano a ingiallire le foglie poste alla base. Anche questa volta la causa è l’acqua ma qui non c’entra il calcare: la pioggia o irrigazioni troppo frequenti mantengono il terreno umido andando a soffocare o addirittura a causare marciume all’apparato radicale del basilico.

Infine si può verificare l’ingiallimento delle foglie perchè il basilico è troppo esposto al sole. Un eccesso di sole e di vento tende a disidratare la piantina causando un ingiallimento delle foglie, ma in questo caso le foglie gialle solo quelle apicali, cioè più esposte all’esterno mentre in tutti gli altri casi elencati fin ora, il basilico diventa giallo a partire dalle foglie basali.

Basilico giallo: ecco cosa fare

Per risolvere il problema delle foglie di basilico che ingialliscono bisogna attuare accorgimenti ad hoc in base alla causa.

Nella prima ipotesi (irrigazione con eccesso di calcare) vi basterà eseguire delle irrigazioni più razionali. Irrigate la pianta solo quando ne ha realmente bisogno e soprattutto fatelo con acqua non calcarea. Sfruttate l’acqua piovana per irrigare il basilico (per qualche consiglio, leggete l’articolo raccogliere l’acqua piovana per innaffiare le piante), oppure usate l’acqua del rubinetto ma con un piccolo accorgimento: riempite un catino e lasciatelo in balcone, all’aria aperta, per almeno 24 – 48 ore prima dell’irrigazione. Più l’acqua è dura (calcarea) più saranno lunghi i tempi di attesa. Se le foglie del basilico sono ormai diventate tutte gialle, provvedete ad apportare un concime a base di ferro.

Nella seconda ipotesi (eccesso di acqua), trasferite immediatamente la pianta in un luogo molto soleggiato così da consentire al terreno di asciugarsi. Sospendete le irrigazioni per un paio di giorni, fin quando il terreno non si sarà asciugato in buona parte. In questa fase è importante svuotare sempre il sottovaso. Imparate a somministrare acqua in modo più razionale rispettando il fabbisogno idrico della pianta senza strafare. In condizioni estreme, se il basilico è diventato tutto giallo, potete provvedere a un rinvaso sostituendo buona parte del terriccio bagnato con del substrato asciutto.