Vino bianco o vino rosso? Quale fa ingrassare di meno

134

Vino bianco o vino rosso? Quale fa ingrassare di meno? Bere un bicchiere di vino rosso può aiutare a perdere peso ma a patto che si beva prima di andare a dormire. La ricerca è stata condotta da Jason Dyck, che ha scoperto i benefici di un composto del vino rosso: il resveratrolo. Questa sostanza, infatti, impedirebbe alle cellule di grasso di guadagnare più densità. La conferma di tutto questo arriva da un altro studio condotto dalla Washington State University e di Harvard che hanno scoperto come un bicchiere di vino rosso può aiutare a dimagrire. Il resveratrolo fa effetto dimagrante, però, solo se bevuto prima di dormire, perché in questo modo bloccherebbe la voglia di spuntini tra le cause dell’aumento di peso.

Il vino bianco ha meno calorie del vino rosso?

Un bicchiere di vino da tavola mediamente contiene 83 calorie. In effetti sono 85 le calorie del vino rosso e 82 quelle del vino bianco. Da sempre il vino bianco è considerato più leggero del vino rosso, quindi proporzionalmente meno calorico. In realtà il discorso sulle calorie è molto più complesso perché sono direttamente proporzionali al tasso alcolico. Occorre quindi osservare il grado alcolico della bottiglia per capire quante calorie si assumono. Più è alto il grado di un vino, tanto maggiore sarà l’apporto calorico. I vini dolci, è bene aggiungere, contengono una quantità di zucchero molto alta.

I benefici del vino

Il vino, se consumato in maniera moderata, può avere numerosi benefici per la salute. Contiene,infatti, una sostanza chiamata resveratrolo che è un polifenolo con proprietà antiossidanti che rallentano il processo d’invecchiamento. Il vino, inoltre, agisce positivamente sui livelli di colesterolo, trigliceridi e glicemia basale. L’assunzione moderata di vino, bisogna sapere, potrebbe anche avere un effetto benefico sulle ossa, contrastando l’osteoporosi tanto negli uomini quanto nelle donne. Il vino aiuta a liberare le endorfine presenti nel cervello, diminuendo la depressione. Alcuni ricercatori, infine, ipotizzano alcuni benefici del vino rosso anche sulla calcolosi della colecisti e su alcuni tipi di cancro.

Il vino bianco previene le malattie reumatiche?

Alcuni studi hanno ipotizzato un effetto positivo del vino bianco nella prevenzione delle malattie reumatiche. Questo beneficio sarebbe dovuto a due sostanze presenti nel vino bianco: il tirosolo e l’acido caffeico. Queste due sostanze sarebbero in grado di contrastare l’infiammazione. È stato scoperto che bere vino rosso con moderazione può ridurre il rischio di osteoartrosi del ginocchio. Lo rivelano i ricercatori della Nottingham University in uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis Research Therapy. Uno degli ingredienti del vino rosso, un polifenolo chiamato resveratrolo, è noto per avere effetti anti-infiammatori ed è benefico per l’artrite.

Quanto vino è consigliabile bere al giorno

Secondo le linee guida condivise dalla maggior parte della comunità scientifica, la quantità di vino giornaliera consigliata è non più di 3 bicchieri per gli uomini, non più di 2 bicchieri per le donne e non più di 1 bicchiere per gli anziani. Alle donne in gravidanza, invece, è sconsigliata l’assunzione di qualunque tipo di bevanda alcolica perché l’alcol è in grado di attraversare la placenta e di arrivare al feto, causando malformazioni alla nascita, soprattutto cerebrali. Attenzione perché l’alcol presente nel sangue di chi beve riduce l’acutezza visiva e rallenta i tempi di reazione.