“La curcuma fa male!”: attenzione, ecco cosa è successo

315

A seguito dell’allerta legata agli integratori a base di curcuma responsabili di alcuni casi di epatite colestatica acuta, il Ministero della Salute ha comunicato che, dopo delle indagini eseguite sui casi di epatite segnalati dopo il consumo di questi integratori, un gruppo di esperti appositamente formato ha annunciato che, ad oggi, le cause sono dovute ad una suscettibilità del singolo individuo, dovuta ad alterazioni preesistenti della funzione epato-biliare o anche all’assunzione contemporanea di farmaci.

Le analisi che sono state effettuate sui campioni dei prodotti chiamati in causa hanno rivelato l’assenza di contaminanti o di sostanze intenzionalmente aggiunte come cause del danno epatico.

La curcuma, o meglio gli integratori che contengono il suo principio attivo, la curcumina, sono molto utilizzati, data la sua capacità nello stimolare il metabolismo.

Possono essere utilizzati per dolori articolari, altre persone li utilizzano per la presenza di antiossidanti, altri ancora per le ipotetiche capacità dimagranti.

Da qualche mese a questa parte, però, alcuni di questi prodotti sono tenuti sott’occhio dalle autorità sanitarie.

Questo perché 21 persone che hanno fatto utilizzo di questi preparati a base di curcumina sono state ricoverate a causa di epatite colestatica acuta, una tipologia di epatite non contagiosa e reversibile causata dall’ingestione di sostanze tossiche per il nostro fegato.

A seguito delle indagini effettuate sui soggetti che hanno riscontrato questo tipo di epatite, segnalata dopo l’utilizzo di questi prodotti, un gruppo di esperti e la sezione dietetica e nutrizione del comitato tecnico per la nutrizione e la sanità animale hanno concluso che le cause sono dovute a tre fattori: suscettibilità individuale, alterazioni preesistenti della funzione epato-biliare e/o assunzione contemporanea di farmaci.

Questi integratori a base di curcuma che sono stati coinvolti erano diversi tra di loro. I paesi in cui si sono verificati questi caso sono anche diversi.

Prendendo atto di queste varie considerazioni, è stato deciso di adottare un’avvertenza specifica per l’etichettatura di questo tipo di integratori. Si invita ad evitare il consumo di questi integratori a coloro che presentano delle alterazioni epato-biliari, o nel caso in cui siano assunti dei farmaci.

Il Ministero precisa che la situazione continuerà ad essere monitorata.

Queste raccomandazioni non valgono nel caso della curcuma in polvere utilizzata per preparazioni culinarie, o utilizzata per infusi e tisane.

Gli integratori interessati al richiamo

  • Curcumina Plus 95%, lotto 18L823, scadenza 10/2021, NI.VA prodotto da Frama
  • Curcumina 95% lotto 18M861, scadenza 11/2021, NI.VA prodotto da Frama
  • Curcumina Plus 95% plus piperina linea@ & vitamine B1, B2, B6 lotto 2077-LOT 19B914, scadenza 02/2022, NI.VA prodotto da Frama, venduto anche con marchio AIF
  • Curcumina Plus 95% plus piperina linea@ & vitamine B1, B2, B6 18c590, scadenza 03/2021 NI.VA prodotto da Frama
  • Curcuma complex B.A.I. aromatici per conto di Vitamin shop
  • Tumercur Sanandrea
  • Curcuma Meriva 95% 520mg Piperina 5 mg Farmacia dr. Ragazzi, Malcontenta
  • Curcuma “Buoni di natura” Terra e sole
  • Tendisulfur Forte bustine, Laborest Italia s.r.l. prodotto da Nutrilinea s.r.l.
  • Cartijoint Forte, Fidia Farmaceutici s.p.a. prodotto da Sigmar Italia s.p.a.
  • Curcuma liposomiale più pepe nero, lotto 1810224, scadenza 10/21, prodotto da LABORATORIES NUTRIMEA con sede e stabilimento di produzione rue des Petits Champs 20, FR 75002, Parigi
  • Curcuma 95% Maximum lotto 18L264 scadenza 10/2021 prodotto da EKAPPA LABORATORI srl per conto di Naturando S.r.l.
    Versalis – Geofarma s.r.l. – prodotto da Labomar s.r.l.
  • Rubigen curcuma e piperina – lotto 250119 e lotto 210219 con scadenza 02/2022 –
  • Naturfarma
  • Curcumin+piperin – Vegavero – prodotto da Vanatari International GMBH, Berlino
  • MOVART – lotto M80315, scadenza 06/2020 e lotto M70349, scadenza 08/2019 –
  • Scharper S.p.A., Farmaceutici Procemsa spa Nichelino
  • Versalis curcuma, bromelina e boswellia – lotto I 0187, scadenza 01/2022 – Geofarma s.r.l. – prodotto da Labomar s.r.l.
  • Cartijoint Forte – lotto 24/18, data di scadenza 31/10/2021 – Fidia Farmaceutici s.p.a. prodotto da Sigmar Italia s.p.a.
  • Curcuma Piperina Abbè Roland prodotto da Studio 3 Farma s.r.l.
  • Curcumina Plus 95% piperina linea@ – lotto 18M58 NI.VA (prodotto da Frama)
  • CRCMBN-P – HB (Health & Beauty) in confezioni da 180 compresse (144 grammi)
  • Piperina e curcuma più 95 – lotto 9023 scadenza febbraio 2022 – Bodyline (prodotto da Phytoprime)
  • Piperina e curcuma plus HTF Natural Fit Group (San Marino), con il numero di lotto 2379 (prodotto da Alsa Lab)
  • Curcuma Max Naturetica: in confezione da 30 capsule (19,5 grammi) con il numero di lotto 181214 e la scadenza 12/2022 (Naturetica Bielli S.a.s.) e in confezione da 60 capsule (39 grammi) con il numero di lotto 181210 e la scadenza 12/2022 (Naturetica
  • Bielli S.a.s.)
  • ArtDol Naturetica, in confezione da 30 tavolette (32,85 grammi) con il numero di lotto 18N142 e la scadenza 12/2022 (Naturetica Bielli S.a.s.)
  • Good Joint Benessere Pharma, in confezione da 120 compresse (96 grammi) con il numero di lotto 190503 e la scadenza 05/2023 (Benessere Pharma S.r.l.)

Qualora siano stati acquistati questi integratori a base di curcumina, si consiglia, di chiedere un parere medico prima di andarli ad utilizzare.