“Non mangiare questa verdura cruda!”: ecco le sei più pericolose

461

Molto spesso, quando si inizia una dieta, o comunque un regime alimentare corretto, si tende a consumare più verdure. Questo va benissimo, perché frutta e verdure nella nostra alimentazione non dovrebbero mai mancare. Secondo i LARN, nella dieta mediterranea dovrebbero essere consumati frutta e verdure almeno 5 volte al giorno. Non importa come si consumano queste verdure, l’importante è farlo. Ad esempio si possono mangiare come contorno, come spuntino, come zuppe, ma anche come primo aggiunte a della pasta, insomma in tutti i modi, si può dare libero sfogo alla fantasia.

Quando si consumano le verdure ad esempio come snack, o come spuntino spezza fame, non è insolito che si mangino verdure crude. Ci sono, infatti, mole verdure che sono adatte al consumo tal quale, e fanno benissimo. Ciò che invece non è noto a tutti, è che esistono delle verdure, che contrariamente a quelle precedenti, se mangiate crude creano dei danno alla nostra salute, alcune di queste verdure possono essere addirittura velenose se consumate crude, andiamo a vedere quali sono.

“Non mangiare questa verdura cruda!”: ecco le sei più pericolose

1. Broccoli
Alcune persone potrebbero mangiare i broccoli senza cuocerli, ma non tutti, dato che in altre persone possono arrecare dei disturbi e problemi. I broccoli contengono uno zucchero chiamato raffinosio, che si trova in molte altre verdure oltre che nei broccoli. E’ uno zucchero che non viene assorbito bene dal nostro corpo come lo zucchero comunemente presente negli alimenti, ma viene scomposto nel colon dall’azione di alcuni batteri. Mangiare broccoli crudi può provocare una sensazione di gonfiore addominale e può anche determinare l’accumulo di gas nel corpo. Dunque, per evitare tutto ciò sarebbe meglio cuocere i broccoli prima di mangiarli.

2. Melanzane
Le melanzane contengono la solanina, una sostanza tossica che tende a scomparire con la cottura, o comunque si riduce a livelli minimi che non risultano essere pericolosi per il nostro organismo. La solanina può ridurre l’assorbimento del calcio da parte del nostro corpo e irritare il tratto digestivo, può causare mal di stomaco, diarrea, vomito, mal di testa e debolezza generale. Dunque mai mangiare le melanzane crude.

3. Rabarbaro
Capita di sentir dire che il rabarbaro crudo è velenoso, in realtà, per essere più precisi, ciò che realmente è velenoso del rabarbaro crudo sono le foglie, che infatti dovrebbero essere assolutamente evitate. Questo perché contengono molto acido ossalico, che può essere molto pericoloso, quindi cuocetelo prima di mangiarlo.

4. Patata
Le patate crude contengono la solanina, proprio come nel caso delle melanzane. La solanina nelle patate, però, non è sempre presente a livelli tossici, tende ad essere presente in quantitativi maggiori quando le patate sono ancora verdi. Quindi meglio non consumarle crude.

5. Fagioli rossi
Se si mangino i fagioli crudi, non solo hanno un cattivo sapore, ma causano anche malessere, debolezza, crampi e vomito. Questo perché i fagioli contengono la lectina, che in grandi quantità risulta essere tossica. Quindi sempre meglio cuocerli prima di mangiarli, e prima di cuocerli sarebbe meglio tenerli a bagno per un po’.

6. Pomodori
Secondo uno studio che è stato effettuato dalla Cornell University , il nostro corpo sono in grado di digerire il licopene, una sostanza presente nei pomodori, quando questi sono maturi e cotti. Ovviamente moltissime persone consumano pomodori crudi, e non avvertono alcun problema, in altri casi, invece, alcune persone potrebbero avere difficoltà a digerire e assimilare i nutrienti a causa del consumo di troppi pomodori crudi.