Bere latte quando si ha fame: cosa succede al nostro corpo

213

Quando si è in presenza di fame nervosa si può bere il latte scremato perché e bisogna stare attenti a non bere latte intero perché i cibi particolarmente ricchi di grassi provocano una senso di pienezza inferiore. Spesso il latte viene bevuto come fosse acqua minerale. In realtà si tratta di un derivato animale che contiene proteine, grassi e colesterolo. Il latte intero è una bevanda ricca di grassi perché presenta un contenuto di grassi che non risulta mai inferiore al 3,5%. Il latte scremato, invece, è privo di grassi. Il latte scremato è quasi privo di grassi. Quando si ha fame, soprattutto quella nervosa, bisogna bere, quindi, solo latte scremato.

Quali cibi mangiare quando si ha fame?

Bere acqua quando si ha fame aiuta a distinguere la vera fame da quella nervosa che poi è la più pericolosa perché fa ingrassare. Bevendo acqua ogni volta che si ha fame, infatti, per gli esperti è un modo per verificare se davvero si ha fame. Se dopo cinque minuti dall’avere bevuto acqua, infatti, continua la voglia di fame allora si potrà passare a mangiare qualcosa perché la fame è quella vera. Nella maggior parte delle volte, però, dicono gli esperti, dopo avere bevuto, la sensazione di fame svanisce. In questo modo la fame scompare e non mangiando, quindi, non si ingrassa inutilmente.

Quali cibi non mangiare quando si ha fame?

Quando si ha fame bisogna evitare di mangiare le merendine e i biscotti da forno industriale. Merendine e biscotti da forno industriale, infatti, sono pieni di zuccheri e farine raffinate. Gli zuccheri, oltre ad essere deleteri per lo stomaco e per il sistema cardiocircolatorio, sono pericolosi perché inibiscono il senso di sazietà. Assumendoli in presenza di fame nervosa sale la glicemia che scenderà dopo alcuni minuti facendo sentire nuovamente affamati. Le bibite gassate, per esempio, per questo fanno venire fame immediatamente. Merendine e biscotti da forno industriale, come avviene con le bibite gassate, agiscono, infatti, direttamente sulla glicemia.

Quali sono i benefici del latte?

Il latte è un alimento a bassa densità energetica e ad elevata densità nutrizionale. Il latte, quindi, apporta poche calorie e numerosi nutrienti. Il lattosio fornisce energia di rapido impiego ed è necessario per il sistema nervoso. Il calcio del latte è molto più disponibile di quello di altri alimenti e dell’acqua. Il calcio del latte è ben assimilato grazie alla presenza anche di fosforo. Secondo gli scienziati dell’Università dell’Hawaii bevendo un bicchiere di latte al giorno si aumenta la capacità dell’organismo di bruciare i grassi in eccesso e si aiuta a mantenere il peso forma.

Quanto latte bere durante il giorno?

Da bambini se ne può bere di più, anche più volte nell’arco della giornata. Da adulti, invece, va bene la classica tazza di latte a colazione o il bicchiere prima di andare a letto. Bisogna, però, fare molta attenzione a come si beve il latte. Se con il latte si mangiano dei biscotti si potrebbe non tenere sotto controllo Una tazza di latte da 200 ml ci dà un apporto di oltre 120 calorie. La calorie però possono aumentare e di molto se insieme al latte si mangiano anche dei biscotti e si aggiunge dello zucchero.