Attenzione ai bracciali: ecco tutto lo sporco che contengono

349

Molte persone amano indossare gioielli, come bracciali, collane, anelli, ma quando si indossano, pur essendo esteticamente puliti, nascondono molto sporco, proprio perché vengono a contatto con tutto ciò che ci circonda e con cui veniamo a contatto.

Il tuo bracciale, anche se non lo vedi, è molto sporco, per questo motivo è importante pulire bene i vostri gioielli dopo averli indossati, sia per igiene personale, sia per assicurargli una durata migliore nel tempo, ad esempio i bracciali con il tempo tendono ad annerirsi, questo è causa dello sporco e dalla sporcizia che si tende ad accumulare nel corso del tempo.

Nell’ultimo periodo circola spesso sul web il metodo che prevede la pulizia dei bracciali semplicemente utilizzando dell’acqua e del sapone. In particolar modo, si mette all’interno di una ciotolina o un bicchiere dell’acqua tiepida con un po’ di sapone o detersivo per piatti. Lasciate in ammollo il vostro bracciale per una mezz’ora e poi sciacquatelo con dell’acqua pulita, il risultato sarà veramente sorprendente, i vostri gioielli torneranno come nuovi.

Questo è solo uno dei metodi che è possibile utilizzare per pulire i vostri bracciali sporchi, adesso ne vedremo degli altri, sempre semplici in modo da poterlo fare tranquillamente a casa.

Come pulire i bracciali?

1. Sale e alluminio
Foderate con dell’alluminio un contenitore di vetro, gettate all’interno una manciata di sale grosso e riempitelo con i gioielli d’argento da pulire. Aggiungete acqua bollente e aspettate un’oretta, trascorso questo tempo, asciugate con un panno, l’argento tornerà come nuovo.

2. Succo di limone
Su ogni oggetto da lucidare versate del succo di limone e due cucchiaini di bicarbonato, quindi strofinate con un panno o uno straccio di cotone, il verde causato dall’ossidazione verrà subito via.

3. Birra
Riempite un boccale di birra e lasciate riposare per una notte gli oggetti d’argento all’interno. Al mattino risciacquate abbondantemente, in questo modo riacquisteranno la loro lucentezza.

4. Acqua di cottura delle patate
In un recipiente versate dell’acqua di cottura delle patate e un cucchiaio di aceto bianco. Immergete gli oggetti in argento, lasciateli in ammollo per un’oretta, quindi risciacquate e asciugate.

5. Bicarbonato di sodio
In una pentola fate bollire dell’acqua aggiungendo 50 grammi di bicarbonato per ogni litro. Una volta raffreddata, immergetevi dentro gli oggetti in argento. Sciacquate e asciugate con un panno.

6. Cenere
Setacciate la cenere rimasta nel camino e aggiungete dell’acqua fino a ottenere un impasto morbido. Con questo, strofinate gli oggetti anneriti con un panno o un batuffolo di cotone inumidito con del limone.

7. Dentifricio
Ricoprite l’oggetto da smacchiare con del dentifricio e strofinate con un panno. Risciacquate con cura e asciugate.