Lazio ferma al palo: 0 – 0 col Verona, sorpasso fallito

36
Lazio Immobile
Lazio Immobile

Un misero 0 – 0 contro l’Hellas Verona arresta i sogni di gloria della Lazio di Simone Inzaghi, e impedisce il sorpasso ai danni dell’ Inter al secondo posto in Serie A. Occasione sprecata dunque dai biancocelesti, che speravano di lasciare lo Stadio Olimpico con due sole lunghezze di ritardo dalla Juventus capolista e invece si ritrovano ancora a -4. Merito anche di un Verona mai arrendevole, sicuramente fortunato in alcuni momenti, ma che conferma le buone impressioni già seminate nell’arco dell’intero torneo.

Lazio Immobile
Lazio Immobile

Eppure la Lazio ha avuto delle ottime occasioni per piegare le resistenze degli uomini di Juric, soprattutto grazie ai piedi fatati di Luis Alberto. Nella sera in cui le polveri dell’infallibile Ciro Immobile si rivelano essere bagnate, è il fantasista brasiliano, il vero uomo in più di questa stagione biancoceleste, e tentare di far cadere il fortino eretto dal Verona. Sfortunato, Luis Alberto, per due volte fermato dal palo tra il primo e il secondo tempo.

Nella ripresa, tuttavia, anche il Verona tira fuori il muso e fa barcollare Acerbi e compagni, dimostrando che quel nono posto in classifica, con un punto in meno del Milan e addirittura uno in più del Napoli, è tutt’altro che casuale. E così, nell’ultimo quarto d’ora, prima Jony e poi Strakosha sono costretti a immolarsi per non vedere la squadra capitolare. L’epilogo, alla fine, è quello più giusto e fa contenti tutti, inclusi i 40.000 dell’Olimpico che applaudono i protagonisti di una gara spettacolare, pur se a reti bianche.