Atalanta, con Ilicic sorridi: ecco i quarti di Champions

42
Atalanta

In un momento allarmante come quello che stiamo vivendo, in cui l’emergenza del coronavirus si è fatta pressante sull’intero paese, l’ Italia del calcio può almeno abbozzare a un sorriso sincero grazie allo sport. Presso un Mestalla vuoto, teatro della sfida di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, l’ Atalanta dei miracoli ha dato un ulteriore prosieguo alla propria favola europea, portando a termine quel compito già ben indirizzato qualche settimana fa. La Dea, già vincitrice con un clamoroso 4 – 1 durante la sfida di andata, è riuscita ad abbattere il Valencia anche al ritorno, con un 3 – 4 interamente firmato dal talento di Ilicic. La prova gigantesca dello sloveno, autore di uno storico poker, rimarrà nella leggenda.

AtalantaAtalanta propositiva già pochi secondi dopo il fischio d’inizio del match. In effetti ne bastano appena 84 per predisporre il vantaggio: Ilicic si procura un penalty al termine di una strabiliante azione personale, e lo trasforma con freddezza. Sempre con un calcio di rigore, sul finire del primo tempo, Ilicic riporta in avanti i compagni dopo il momentaneo pareggio di Gameiro. Nella ripresa il Valencia prova un colpo d’orgoglio riuscendo a ribaltare la situazione fino al 3 – 2, ma poi torna sulla cattedra Ilicic: lo sloveno dapprima firma il pareggio, mentre a 9 minuti dalla fine realizza addirittura il colpo della vittoria.